giovedì 28 marzo 2013

chiaro e tondo

Ho bisogno di chiarezza.
Pretendo la chiarezza.
Nello stato mentale in cui mi trovo, ho bisogno di qualcuno che mi sappia consigliare nel migliore dei modi senza lasciare tutte le porte aperte.
Io, da brava indecisa qual sono.
Io, nella situazione mentale in cui mi trovo.
Io ho bisogno che mi si dica chiaramente quello che clinicamente è più corretto, non tutto quello che nella mia vita potrei fare per escludere anche le ipotesi più recondite sulla morte del mio bimbo visto che dall'autopsia e da tutte le analisi non è venuto fuori nulla se non un mare di ipotesi.
E soprattutto..
Io non ho bisogno di avere una risposta a tutti i costi se la risposta non si trova, magari incappando nei cosìdetti "incidentalomi". Giusto x complicarmi la vita.
Voglio solo fare ciò che è utile per il futuro, ciò che serve. Non ciò che si fa ad una cavia.
Anche perchè ognuna di quelle cose mi riporta nello sconforto per una settimana.
In pochi minuti distruggo l'equilibrio che faticosamente raggiungo non prima di 10 giorni di lavoro mentale.
Quindi ora basta.
Ho trovato il mio medico.
E il mio medico dice che tutto questo è inutile.
E io ho deciso di stare bene.

..m'abituerò a nn pensarti quasi mai...